Tutto è pronto per il nostro fine settimana lungo a jodhpur. Lavoro finito in tempo e con successo. Biglietti treno si sono sbloccati dalla waiting list, ed abbiamo 4 cuccette di prima classe. Borsa pronta, bambini anche, moglie rilassata e contenta perché andiamo per 3 giorni con vari amici ad un festival di musica piccolo ma cool: il riff di jodhpur, quello organizzato da mick jagger, roba buona!

Bene, io mi sono brigato per prendere biglietti treni da qualche settimana, ed ero convinto che il treno partisse da New Delhi station. Temporeggio a casa. Cazzeggio. Dico a Priya (la moglie) di star tranquilla che non c’è bisogno di arrivare troppo presto alla stazione che fa veramente schifo.

Bene, ci facciamo accompagnare con nostra macchina, ed arriviamo alla stazione con 30 minuti d’anticipo sull’orario si partenza. Tutto come da copione.

Gli schermi per capire da che binario parte il nostro treno sono temporaneamente fuori uso, anche qui come da copione. Beh, poco male saliamo sul ponticello pedonale che troviamo il binario scritto li. Sali qui sali li, poi così per evitare dispendi di energia inutili e passeggiata in luoghi non proprio salubri, chiedo ad una guardia e mi fa: no, sir. mandoor express parte da old Delhi station, prendi la metro!
Old Delhi station, cazzo! Ed ora come ci arriviamo?

Il guidatore che ci ha portato alla stazione (sbagliata…. Per colpa mia!) è andato; il suo telefono è rotto. Mannaggia a me, dico io, mentre la moglie chiaramente sta pensando parole più colorite per me! Prendiamo un auto rickshaw, dopo patteggio tariffa.
Inizialmente mi dice non ce la fate, poi visto la nostra situazione guida solerte e dice ce la fate, ce la fate, ma correte.

Arriviamo stazione all’orario di partenza del treno. Mi carico 22kg di figlio sulle spalle, più borsone e zaino. Priya ha l’altro figlio più leggero e giovane! Coda security, ormai siamo qui da abbastanza per sapere cosa fare e come ingiustamente sfruttare la nostra faccia da gora! Ci meniamo senza fare nessun controllo. Via, binario 16 è il nostro. Corri, corri. Corsa disperata, il treno è ancora lì, lo vediamo. Corri corri corri.
Kiran in spalla ride, crede di essere su in cavallo! Prima carrozza, o meglio l’ultima, è della posta. Si il treno è quello giusto ci dice uno. Jaldi jaldi. 2 o 3 carrozze sono sleeper class e non entrerebbe neanche una mosca. Continua a correre. Arriviamo ad una carrozza con spazio, ci fiondiamo, il treno sta incominciando a muoversi. Priya sale, io salgo scaricando Kiran dalle spalle! Un tipo straniero sulla porta fa: that’s what I call perfect timing! Mentre noi ansimiamo per prender fiato. Il conduttore arriva, aram se, ce l’avete fatta, datemi la borsa che vi porto alla cabina!!!
Priya è una santa in questi frangenti, io volevo morire e quasi ci rimango secco dalla corsa.

Ora sul treno…. All is well, all is well….

Ps sto scrivendo dal mio bb, quindi non ho idea se il post venga pubblicato e come. Un esperimento anche questo 😉

Annunci