Nella Metro di Delhi da un paio di mesi hanno riservato un compartimento del treno, quello piu’ vicino al guidatore, alle donne. Come il mio amico Arteteca mi ha appena fatto notare (vedi video di “la Repubblica” ) la questione e’ spinosa ed a volte degenera! Il video se non l’avete visto ha per titolo: “entrano nel vagone per donne: picchiati”. E’ un video che qualcuno ha fatto dal cellulare presumo, che mostra come, senza mezzi termini, delle donne nella metro di Delhi mandino via a buffi e calci degli uomini infiltratisi nel loro compartimento.

Il video ha del comico, con delle signorotte che pigliano a schiaffi in faccia dei ragazzi e uomini di mezza eta’ che si erano intrufolati nel loro spazio, mandandoli fuori dal treno, ed addirittura costringendoli a fare dei piegamenti sulle gambe come punizione!!! Incredible India, qualcuno direbbe. Allo stesso tempo, faccio notare come la polizia aiuti le signore contribuendo con la loro dose di schiaffie spinte a passeggeri….questo e’ policing Indian shtyle!

Parentesi: devo dire che in Italia la polizia non e’ da meno, se quanto ho sentito per radio e’ vero, e studenti in protesta a Milano la settimana scorsa sono stati attaccati e menati in malo modo da poliziotti alla fermata Loreto della metro. Prima li hanno fatti entrare nella stazione, e poi hanno cominciato a maganellarli per bene, o almeno quei pochi che non sono riusciti a scappare. Bravi i nostri poliziotti, un alto esempio di come mantenere ordine. Insomma ogni mondo e’ paese! Chiusa parentesi.

Ma torniamo all’India. L’idea della carrozza donne (per dovere di cronaca e’ solo meta’ di una dei quattro vagoni del treno) e’ stata una trovata per cercare di presentare la metro come un mezzo di trasporto piu’ “female-friendly”. In effetti la mia impressione da utente sporadico, e’ che la metro abbia notevolmente migliorato la mobilita’ delle donne a Delhi. I treni sono infatti generalmente sicuri, ci sono telecamere ovunque e molte guardie in giro, probabilmente inefficaci ma di presenza. Ci sara’ di sicuro il mariuolo di turno in giro, ma la mia impressione e’ che preferiscano ancora i bus dove salgono per 8/10 rupie anziche’ la metro che gli costa 10/30! La metro ha ora una rete piu’ capillare, ha buona frequenza, e’ pulita e’ generalmente funziona bene.

Ora perche’ fare un compartimento per solo donne? Beh, perche’ in India non c’e’ rispetto altrui, e vige la legge del piu’ forte. Generalmente le donne sono (o meglio sono considerate) meno forti e perdono. Non mi date del misogino o maschilista, sto generalizzando 😉 Quindi la carrozza donne le protegge dall’homo horriblis ed anzi le infonde di un potere che prima non avevano legittimando il loro spazio sul treno. Come conseguenza logica, se l’homo horribilis entra nel loro spazio, le donne sono “empowered” a prenderlo a mazzate e cacciarlo fuori.

La cosa, messa cosi, ha quasi senso. Pero’ io direi che, benche’ un processo molto piu’ lungo ed arduo, anziche separare il gentil sesso, forse cercare di inculcare un minimo di buon senso e rispetto per il prossimo negli utenti della metro in generale, possa dare risultati piu’ apprezzabili da tutti. In effetti, uomini o donne, non fa piacere a nessuno essere schiacciato contro l’ascella del bruto di turno. Menche’ mai essere spinto e strattonato quando si tratta di uscire (o entrare) nel treno da una folla improvvisamente “di corsa” e spinta da un’urgente necessita’ di muoversi come se stesse per finire il mondo.

Io non ho nulla contro il compartimento donna, pero’ la verita’ e’ che la metro a Delhi e’ stato un successo incredibile. In un paio d’anni l’uso e’ gia sul milione e mezzo al giorno e destinato a crescere ancora. La frequenza nelle ore di punta e’ gia sui 2 minuti, ed hanno ordini per nuovi treni per allungarli da 4 a 5 carrozze. Ma al momento i treni sono belli pienotti nelle ore di punta. Riservare una carrozza solo a donne, quando magari nella restante parte del treno la gente e’ schiacciata come sardine, non sembra a me una buona gestione della capacita’ del treno. Indi il tentativo dell’homo horribilis di infiltrarsi nel comparto rosa!

D’altro canto, la mia collega Harpreet, quando le chiedevo del compartimento rosa, mi ha detto: non mi piace e non ci vado. Ma perche’ e tutto per voi donne? Appunto, e’ come il mercato del pesce; tutte sedute (su sedili o a terra) a inciuciare e shignazzare……nah, molto meglio stare nel vagone misto!!!

Educare la gente sul bene comune e’, a mio modesto avviso, molto meglio che separarla per riuscire a farla convivere. La divisione treno rosa treno blu, per me e’ una gran cagata. La divisione cittadini educati e buzzurri…quella si, ma come si fa’ a dividerli?!

Annunci